''Come ogni citta' che si rispetti, anche Cracovia affonda le sue origini nei miti e nelle leggende. Qualcuno di voi che l'avra' visitata avra' sicuramente notato una statua di un drago nei pressi di Wawel, cosi realistica da sputare anche fuoco (siate pazienti, succede ogni 5 minuti, in genere i turisti si appostano li con i loro cellulari in attesa del tanto agognato momento). Che ci fa un drago a Cracovia? La leggenda vuole che durante i primi anni della costruzione della citta' in una grotta nei pressi del fiume Wiła vivesse un drago che a causa delle sue sembianze incuteva timore alla popolazione locale. Il re del periodo, di nome Krak, propose meta' del suo regno e sua figlia come sposa a chiunque fosse stato in grado di sconfiggerlo definitivamente. Alla fine ebbe la meglio un calzolaio della citta' che con astuto stratagemma, facendo mangiare al drago un ariete, riempito al suo interno di zolfo e catrame. Il drago, avvertendo un forte bruciore sullo stomaco, inizio a bere l'acqua del fiume, e la sua pancia si gonfio a tal punto da scoppiarsi.''

Grazie al cielo Cracovia non e' una citta' che vive solo di leggende. Non colpisce per i suoi colossali edifici (come potrebbe fare la torre Eiffel a Parigi o il palazzo del parlamento a Budapest); da questo punto di vista potremmo definirla quasi una citta' "semplice", e anche piuttosto piccola. C'e' chi dice che nella botte piccola c'e' il vino buono e in effetti non e' del tutto sbagliato, Cracovia stupisce molto per i suoi "dettagli", per la cura del suo centro storico, uno dei piu' ben conservati in tutta Europa, passeggiare nelle sue piccole strade e' come fare un tuffo nel Medioevo, specialmente camminando per Ulica Florianska, questa impressione e' quasi palpabile. Non mancano comunque le attrazioni d'impatto; l'edificio a sinistra e' il teatro Juliusz Slowacki. Visto la notte fa veramente la sua bella figura. Poco piu' avanti poi, sicuramente anche la piazza del mercato, una delle piazze piu' grandi d'Europa, merita di essere menzionata.

La via che vedete sulla foto e' ulica Florianska, la via forse piu' trafficata di cracovia, sia dai suoi cittadini che da turisti. E' la via principale del centro storico che porta direttamente alla piazza del mercato. Sulo sfondo la chiesa Mariacki domina il paesaggio della citta'

La chiesa di Mariacki, forse il simbolo piu' importante di Cracovia, insieme a Wawel e Sukiennice (visibile in parte a destra). Dopo la sua distruzione da parte dei Tartari nel XIII secolo, la chiesa venne ricostruita in stile gotico cosi come la conosciamo oggi. E' una delle chiese piu' antiche della citta'.

Sullo sfondo e' visibile una torre, chiamata in polacco Wieża ratuszowa, anch'essa situata nella piazza principale di Cracovia. Alta circa 70 metri e costruita verso la fine del XIV secolo, questa torre e' uno dei pochi edifici che non sono stati demoliti per fare spazio e costruire la piazza che oggi conosciamo.

Un must per chiunque visiti Cracovia e' il castello Wawel, che sicuramente stupisce per imponenza e grandezza, piu' di ogni altro edificio o attrazione a Cracovia. E' situato proprio sulla riva del fiume della citta' Wisla, a pochi passi dal centro storico (e non molto lontano dal drago di cui abbiamo parlato poco fa). Secoli e secoli fa, quando Cracovia era ancora capitale della Polonia, Wawel era la residenza del re di Polonia che poi venne spostata intorno al XVI secolo quando la capitale divenne Varsavia. All'interno oggi vi si trovano alcuni tra i piu' importanti musei nazionali della citta'.

ALBUM
Angiophotography © 2016
E' vietato divulgare qualsiasi tipo di materiale del sito senza le dovute autorizzazioni. Tutti i diritti riservati.